Xagena Mappa
Medical Meeting
Neurobase.it
Dermabase.it

Interleuchina 12 inibisce la crescita di adenocarcinoma polmonare umano in vitro


Il carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) è una delle principali cause di morte per cancro. In precedenza era stato dimostrato che topi knock-out per il gene IL-12rb2 sviluppano in modo spontaneo adenocarcinomi polmonari o carcinomi broncoalveolari.

Uno studio ha preso in esame: i) espressione di IL-12Rbeta2 negli adenocarcinomi polmonari primitivi umani e nelle normali cellule epiteliali bronchiali ( NBEC ), ii) la diretta attività antitumorale dell’Interleuchina 12 ( IL-12 ) in cellule di adenocarcinoma del polmone in vitro e vivo, ed i meccanismi coinvolti, e iii) attività di IL-12 nelle cellule epiteliali bronchiali normali.

Gli adenocarcinomi del polmone di stadio I hanno mostrato in modo significativo ( p=0.012 ) una più alta frequenza di campioni esprimenti IL-12Rbeta2 rispetto ai tumori di stadio II/III.

Il trattamento con IL-12 di cellule neoplastiche IL-12R+ isolate da adenocarcinomi primari ( n=6 ) ha inibito l'angiogenesi in vitro attraverso la down-regolazione di diversi geni pro-angiogenici ( ad esempio IL-6, VEGF-C, VEGF-D, e laminina-5 ) ( valutazione mediante saggio della membrana corioallantoidea ( CAM ) e test PCR ).

Al fine di effettuare studi in vivo, la linea cellulare Calu6 NSCLC è stata trasfettata con il plasmide contenente IL-12RB2 ( Calu6/beta2 ).

In modo simile a quanto osservato nei tumori primari, il trattamento con IL-12 di cellule Calu6/beta2+ ha prodotto inibizione della angiogenesi in vitro.

I tumori formati da cellule Calu6/beta2 in topi NOD/SCID, inoculati per via sottocutanea oppure ortotopicamente, sono risultati significativamente più piccoli dopo trattamento con IL-12 versus trattamento con PBS ( tampone fosfato salino ) per inibizione dell'angiogenesi, e della produzione di IL-6 e VEGF-C.

I tumori espiantati sono stati studiati mediante esame istologico, immunoistochimico e saggio PCR.

Le cellule NBEC sono state isolate e coltivate da campioni polmonari di origine non-neoplastica.

Le cellule epiteliali bronchiali normali hanno espresso IL-12R e hanno rilasciato citochine promuoventi il tumore ( esempio, IL-6 e CCL2 ).
Il trattamento delle cellule NBEC con IL-12 ha prodotto una down-regolazione della produzione di queste citochine.

Dallo studio è emerso che la Interleuchina 12 inibisce direttamente la crescita di adenocarcinoma polmonare umano e ha come target le adiacenti cellule epiteliali bronchiali normali.

Questa nuova attività antitumorale di IL-12 si aggiunge alla ben nota proprietà immunomodulatrice della citochina. ( Xagena2009 )

Airoldi I et al, PLoS ONE 2009; 4(7): e6119. doi:10.1371/journal.pone.0006119


Onco2009 Pneumo2009 Farma2009


Indietro