Dermabase.it
XagenaNewsletter
Xagena Mappa
Medical Meeting

MPDL3280A, un anticorpo ingegnerizzato anti-PD-L1, nei pazienti con tumore localmente avanzato o metastatico


La proteina PD-L1 presente sulle cellule tumorali media evasione immunitaria del tumore. Pertanto, l'inibizione del sito di legame di PD-L1 rappresenta una strategia attraente per ripristinare l’immunità cellule T tumore-specifica.

MPDL3280A, un anticorpo monoclonale umano ingegnerizzato, che ha come bersaglio PD-L1; il farmaco blocca PD-L1, impendendo di legarsi ai propri recettori ( PD-1 e B7.1 ).

Lo studio è stato condotto mediante somministrazione per via endovenosa di MPDL3280A Q3W ( ogni 3 settimane ) nei pazienti con tumori solidi localmente avanzati o metastatici.

A partire dal 10 gennaio 2013, 171 pazienti erano valutabili per la sicurezza.

I pazienti hanno ricevuto MPDL3280A per una durata media di 127 giorni ( range 1-330 ); il 39% dei pazienti ha riportato eventi avversi di grado3-4.
Eventi avversi di particolare interesse hanno incluso: epatite, rash e colite. Non sono stati osservati casi di polmonite di grado 3-5.

Un totale di 122 pazienti arruolati prima del 1 luglio 2012 sono stati valutati per l'efficacia.

Risposte RECIST sono state osservate in molteplici tipi di tumore tra cui carcinoma del polmone non-a-piccole cellule, carcinoma a cellule renali, melanoma, carcinoma del colon-retto e tumore gastrico.

Un tasso di risposta globale ( ORR ) del 21% ( 25/122 ) è stato osservato nei tumori solidi non-selezionati; alcuni pazienti hanno mostrato riduzione della massa tumorale entro pochi giorni dall’inizio del trattamento.
Altri pazienti hanno presentato risposte ritardate dopo apparente progressione radiografica ( non incluso nel tasso ORR ).

Alcuni responder hanno dimostrato prolungata malattia stabile prima di risposte RECIST.

La sopravvivenza libera da progressione a 24 settimane è stata del 44%.

I pazienti con tumori PD-L1-positivi hanno mostrato un tasso di risposta globale del 39% ( 13/33 ) e un tasso di malattia in progressione del 12% ( 4/33 ).
Invece, i pazienti con tumori PD-L1-negativi hanno mostrato un ORR del 13% ( 8/61 ) e un tasso di malattia in progressione del 59% ( 36/61 ).

In conclusione, MPDL3280A è risultato ben tollerato, senza decessi a causa della polmonite.
Risposte durevoli sono state osservate in una varietà di tumori.
Lo stato tumorale PD-L1 sembra essere correlato a risposte al trattamento con MPDL3280A.
I dati di farmacocinetica sono a sostegno della somministrazione Q3W al dosaggio di 15 mg/kg o equivalente a dose fissa. ( Xagena2013 )

Fonte: ASCO Meeting, 2013

Onco2013 Farma2013


Indietro